Ciao e bentornato su SELLERBAY! Stai per leggere la guida per lanciare i tuoi prodotti su Amazon e avere successo. In questa guida ti spiegherò tutte le tecniche che puoi usare per fare decollare le tue vendite su Amazon, ma cosa ancora più importante ti spiegherò solamente quelle che ho provato personalmente e che posso garantirti funzionare.

Ma come sempre partiamo dai fondamentali.

Quali tecniche di lancio del prodotto esistono?

Sicuramente potrai leggere on-line di centinaia di tecniche che puoi utilizzare per lanciare il tuo prodotto su Amazon, ogni giorno ne vengono ipotizzate di nuove dai “guru” del web, ma di fatto le tecniche sperimentate dai top seller Amazon, che possono generare dei risultati concreti sono le seguenti:

  1. GIVEAWAYS TRAMITE VIRAL LAUNCH E JUMP SEND: ti spiegherò a breve, se non lo sai ancora, cosa sono e come funzionano questi due servizi di lancio prodotto. Per il momento ti basta sapere che questi servizi ti permettono di contattare in pochissimo tempo migliaia di potenziali clienti.
  2. GIVEAWAYS TRAMITE GRUPPI FACEBOOK E INSTAGRAM: I social sono sicuramente la chiave per potere generare vendite straordinarie su Amazon. I gruppi Facebook e Instagram specializzati (informatica, infanzia, sport, …) raccolgono migliaia di appassionati che potrebbero acquistare il tuo prodotto. Nei paragrafi che seguono ti spiegherò come sfruttarli
  3. RECENSIONI DA PARTE DI INFLUENCER: Gli “influencer” sono quelle persone che nei social vengono seguiti da migliaia di follower. Ogni influencer riesce a unire tante persone (follower) accomunate da una passione o un credo comune. Ci sono influencer legati al mondo dell’infanzia dello sport e di molto altro. Sapere come contattarli per promuovere il tuo prodotto può fare per te la differenza. Leggi quello che segue e capirai come fare.
  4. CAMPAGNE GOOGLE ADWORDS: Sponsorizzare il tuo prodotto all’esterno del market Amazon può generare un eccezionale volano per le vendite. Ma attento gestire questi strumenti non è semplice e potresti perdere tanti soldi a causa della cattiva gestione delle campagne. Continua nella lettura per capire quali sono gli sbagli da evitare.

Non preoccuparti se ti sembra complicato e molti di questi aspetti non ti sono ancora chiari. Dopo la lettura di questa guida ti sarà tutto molto più chiaro. Come dico sempre: piano piano conquisteremo il mondo…

1) GIVEAWAYS TRAMITE VIRAL LAUNCH E JUMPSEND

Partiamo con il dire che “giveaway” è un termine usato dai seller per indicare la tecnica di distribuzione di codici sconto per l’acquisto del proprio prodotto a gruppi (molto estesi) di possibili acquirenti.

In pratica sia “Jump Send” che “Viral Launch” sono dei servizi a pagamento che ti permettono di distribuire alle loro liste di infiniti possibili clienti un promo code. Grazie a questo promo code gli affiliati a questo servizio potranno comprare il tuo prodotto ad un prezzo estremamente basso(tipicamente con uno sconto del 90%).

Questo ti permetterà di “svendere” il tuo prodotto sì, ma di generare un elevatissimo numero di vendite in un breve periodo di tempo. Questo ti permetterà di scalare velocemente il ranking Amazon ed essere visualizzato tra i primi nei risultati di ricerca.

Una volta scalato il ranking Amazon sarà per te molto più semplice generare delle vendite ricorsive perché il tuo prodotto sarà sempre in evidenza.


COME FUNZIONANO QUESTI SERVIZI?

Il funzionamento di Jump Send e Viral Launch è molto semplice: i due team che stanno dietro questi servizi, in diversi anni di attività, sono riusciti a raccogliere milioni di contatti mail di potenziali acquirenti interessati ad acquistare prodotti con un elevatissimo sconto (solitamente tra l’80% e il 99%).

Ogni qual volta un venditore Amazon richiede l’utilizzo del loro servizio di lancio, previo pagamento di una quota per il servizio, questi portali inviano una mail ai loro contatti chiedendo di acquistare il prodotto del venditore ad un prezzo MOLTO scontato.

COME FACCIO AD UTILIZZARE QUESTI SERVIZI?

Molto semplice! La prima cosa che devi fare è registrarti ad uno dei due portali.

Questo il link che puoi usare per abbonarti al servizio Jump Send:

Se vuoi invece acquistare il piano di lancio prodotti Viral Launch puoi utilizzare questo link:

https://viral-launch.com/pricing.html

Come hai potuto vedere dalle immagini, entrambe le soluzioni prevedono un costo del servizio mensile che varia in funzione del numero di prodotti che vuoi lanciare ogni mese e di altri piccoli servizi che possono offrire.

Una volta acquistato il pacchetto di lancio ed avere effettuato l’accesso al portale potrai caricare il link al tuo prodotto Amazon e lo sconto che vuoi riservare agli affiliati di Jump Send o Viral Launch.

Attenzione per inserire lo sconto dovrai creare prima un codice sconto su Seller Central. Solamente gli account PRO Amazon sono abilitati alla creazione di codici sconto.

Una volta inserito lo sconto su Viral Launch o Jump Send potrai decidere quanti pezzi vorrai che i loro utenti acquistino giornalmente. Quindi se il tuo competitor più forte che ranka primo sulla ricerca per la tua nicchia vende 300 pezzi al mese (puoi scoprirlo tramite Jungle Scout o servizi simili) tu dovrai “svendere” 10 prodotti al giorno per 7 giorni di fila.

Sono sicuro che ti starai chiedendo perché “7 giorni di fila”. Questo perché nei primi 7 giorni di attività l’algoritmo che gestisce Amazon (A9) stima la tua capacità di vendita nel mese. In questo modo se venderai almento 10 pezzi al mese per 7 giorni Amazon penserà che sei un cliente da 300 pezzi al mese e per questo ti mostrerà sempre primo nei risultati di ricerca.

E di conseguenza sempre più utenti acquisteranno i tuoi prodotti perché verrai mostrato sempre in evidenza rispetto ai tuoi competitor.

2) GIVEAWAYS TRAMITE GRUPPI FACEBOOK E INSTAGRAM

Utilizzare Lump Send o Viral Launch è molto semplice e veloce, ma come tutte le cose semplici, hanno un costo non indifferente.

Esiste un’alternativa a questi servizi, ugualmente efficace, ma che ti richiederà un pò di tempo in più (veramente poco) ma senza farti spendere un soldo.

Sia Facebook che Instagram sono pieni di pagine di utenti che vogliono acquistare prodotti a costi bassissimi. Ti basterà quindi, su uno dei due soci, cercare “GIVEAWAYS” e troverai decine di pagine di che riuniscono tutti i tuoi potenziali clienti disposti ad acquistare in cambio di uno sconto consistente (dal 50% al 90%).

Esempio di ricerca pagine giveaways su Facebook

Ti basterà quindi inserire un annuncio del tuo prodotto offrendo uno sconto corposo e vedrai decollare le tue vendite!


3) RECENSIONI DA PARTE DI INFLUENCER:

Lo sai già, il mondo è pieno di influencer :), e quindi perché non usarli a nostro vantaggio.

Questa tecnica è una delle mie preferite perché con un investimento molto basso è possibile riuscire a incrementare notevolmente il numero di vendite e di far crescere parallelamente anche il nostro “Brand”.

Ma come funziona ti starai chiedendo?

Facciamo un esempio: supponiamo che tu voglia vendere prodotti per il fitness come ad esempio dei guanti da palestra. Sai benissimo che ogni giorno sui vari social moltissime persone cercano di emergere come “influencer” producendo quotidianamente contenuti che vanno ad arricchire le bacheche di milioni di fans del fitness (tuoi potenziali acquirenti). Potresti quindi chiedere a questi “influencer” (che hanno un seguito tra i 30.000 e 300.000 follower) di sponsorizzare il tuo prodotto sui loro social in cambio di un campione gratuito. Se accettano (ti assicuro che il 90% di loro ti diranno sì immediatamente) il tuo annuncio sarà visualizzato immediatamente da un audience grandissimo che:

a) potrebbe acquistare il tuo prodotto perché sponsorizzato da un influencer che seguono e di cui si fidano. E su grandi numeri sicuramente succederà.

b) nei commenti daranno dei feedback al tuo prodotto permettendoti di poterlo migliorare o di enfatizzare i punti che più attraggono i potenziali clienti.

c) tutte le persone che visualizzeranno il post percepiranno il tuo “brand” come importante e riconosciuto perché sponsorizzato da un “influencer” che segue attivamente.

d) potrebbero ricondividere il post permettendoti di raggiungere ancora più potenziali clienti, aumentando quindi le tue “chance” di vendere più prodotti.

4) CAMPAGNE GOOGLE ADWORDS

Non tutti sanno che è possibile lanciare un prodotto su Amazon tramite delle campagne pay-per-click (PPC) Google.

Queste tecniche sono spesso discusse perché se da un lato possono generare migliaia di vendite, dall’altro se mal gestite, possono provocare delle ingenti perdite. Ti consiglio quindi di seguire questa tecnica di lancio solamente nel caso in cui hai ben chiaro come funzionano le campagne Google e Social.

Ma non scoraggiarti, se non sei ancora un guru delle campagne Social, in questa sezione troverai gli spunti per potere iniziare a diventarlo.

COME CREARE UNA CAMPAGNA SHOPPING GOOGLE

Esempio di risultato di ricerca google con link sponsorizzati

Le campagne Google Shopping possono aiutarti a promuovere i tuoi prodotti offrendo agli utenti che navigano si Google informazioni dettagliate su ciò che vendi prima ancora che questi facciano clic sull’annuncio.

Quando un utente naviga su internet tramite Google e cerca ad esempio uno “zaino mamma con fasciatoio”, google oltre che mostrare i vari siti che parlano di questo argomento, mostrerà in testa alla ricerca una barra che sponsorizza prodotti legati a campagne shopping Google AdWords.

Questi annunci ti potranno aiutare a lanciare un prodotto, o ad aumentare le vendite.

Se vuoi sapere come avviare una campagna Google Shopping segui il seguente link: https://support.google.com/google-ads/answer/3455481?hl=it&ref_topic=6087911

Di base gli step che dovrai seguire sono i seguenti:

  1. Apri un account Google AdWords: per farlo basta registrarti a questa pagina – https://ads.google.com/intl/it_it/home/
  2.   Crea una campagna e i gruppi di annunci: è buona norma che tu possa segmentare la campagna in sottogruppi specifici in base al prodotto che vendi. Se per esempio vendi scarpe, potrai impostare una campagna generica per “scarpe” e dei gruppi di annunci per le diverse tipologie di scarpe “sportive”, “uomo”, “donna”, “bambino” etc.
  3. Ricerca delle parole chiave: Per creare una campagna Google di successo è importante che tu capisca cosa stanno cercano gli utenti Google. Google ti aiuta nella ricerca di parole chiave efficaci utili da acquistare per le tue campagne grazie allo strumento per la pianificazione delle parole chiave di Google, ma esistono tantissimi tool gratuiti come ubersuggest. L’aggiunta di parole chiave negative ti consente di non sprecare clic. Infatti le negative bloccano le inserzioni dal comparire se la ricerca dell’utente non è rilevante per la tua campagna.
  4. Inserisci le parole chiavi negative: Aggiungendo parole chiave negative potrai evitare di non sprecare clic e di aumentare il tuo “conversion rate”. Infatti le parole chiave negative bloccano le inserzioni dal comparire se la ricerca dell’utente non è rilevante per la tua campagna. Ad esempio se vendessi occhiali da sole, dovresti inserire come parola chiave negativa “occhiali lettura” per evitare che chi cerchi questo tipo di articolo visualizzi il tuo annuncio.
  5. Scrivi un annuncio accattivante: ricordati che gli utenti devono avere un ottima ragione per cliccare sul tuo annuncio. Google Adwords Power Editor è un ottimo strumento per verificare l’efficacia degli annunci. Il formato dell’annuncio che creerai deve seguire regole molto precise che Google ti spiega su questa guida Adwords.

CONCLUSIONI

Siamo arrivati alla fine di questo articolo! So bene che le informazioni sono tante e sono sicuro che hai ancora dei dubbi. Il lancio di un prodotto su Amazon è una delle fasi più complesse da gestire, ma non preoccuparti con un po’ di studio e con qualche tentativo riuscirai a generare delle vendite straordinarie in pochi giorni.

Se hai delle domande da farmi puoi lasciare un commento su questa pagina o scrivermi a giuseppe@sellerbay.it farò di tutto per risolvere i tuoi dubbi!

Se stai leggendo questo post probabilmente è perché ti stai affacciando al mondo della vendita online tramite Amazon. Sia che tu sia un azienda che voglia espandere il suo mercato, o che tu sia un lavoratore dipendente che voglia trovare una forma di reddito alternativa, sei nel posto giusto! In questo articolo ti spiegherò cos’è Amazon FBA e come funziona.

Amazon FBA, acronimo che sta per “fulfilled by Amazon”, non è altro che l’insieme dei servizi di logistica e gestione che Amazon mette a disposizione dei propri “venditori” (utenti privati e aziende) per vendere prodotti all’interno del marketplace Amazon in modo semplice e senza la necessità di dovere gestire un proprio magazzino fisico e un servizio di spedizione per la vendita dei prodotti in Italia e in tutti quei paesi dove è presente Amazon.


In poche parole, un venditore registrato in Amazon può inviare i prodotti che intende vendere direttamente al magazzino Amazon, che si occuperà di immagazzinare, vendere e spedire i prodotti agli utenti finali per conto tuo.


Sembra facile no?! In realtà non è così semplice come sembra e sia che tu sia un imprenditore avviato o uno “sbarbatello” alle prime armi nel commercio dovrai studiare attentamente e pianificare ogni singola azione da intraprendere per evitare brutte sorprese o peggio delle ingenti perdite.

In questo Blog cercherò di mostrarti quali sono le principali strategie utilizzate dai venditori professionali Amazon FBA per raggiungere risultati eccellenti e come primeggiare nei ranking di visualizzazione

Ma procediamo a piccoli passi.

PERCHÉ USARE LA LOGISTICA AMAZON?


Ci sono diversi motivi per cui è conveniente utilizzare la logistica di Amazon, ma bisogna tenere in considerazione anche alcuni aspetti non vantaggiosi. Diversamente dall’approccio FBM (fulfilled by merchant) in cui Amazon viene utilizzata dal venditore come un classico marketplace e la logistica è a suo carico, nella vendita FBA tutta la fase di logistica, spedizione e customer care viene delegata ad Amazon.

Cerchiamo di elencare i principali PRO e CONTRO:

PRO

  1. NESSUN MAGAZZINO – Questo ovviamente è l’aspetto più importante! Per vendere, anche grandi quantità di prodotti, non avrai bisogno di nessuna struttura fisica, attrezzature, magazzinieri e molto altro. Farà tutto Amazon tramite i suoi servizi di logistica e ti chiederà in cambio un extra costo per la gestione.
  2. MAGGIORE VISIBILITÀ – Tutti i prodotti venduti tramite la logistica Amazon godono di maggiore visibilità ed è molto più probabile che vengano mostrati in testa ai risultati di ricerca di Amazon e questo comporta ovviamente un numero maggiore di vendite.
  3. OTTIENI L’ETICHETTA “PRIME” – Tutti i prodotti venduti tramite logistica Amazon godono della famosissima etichetta “Prime” per la consegna rapida, e come sai bene, tutti gli utenti fidelizzati Amazon preferiscono prodotti che godono della consegna rapida Prime. Questo ti permetterà di aumentare il volume di vendita.
  4. OTTIENI LA “BUY BOX” – Tutti i prodotti venduti tramite logistica Amazon hanno maggiori probabilità di ottenere la “Buy Box”. Se ottieni la Buy Box, significa che i tuoi prodotti vengono visualizzati nel pulsante “Aggiungi al carrello” sulla pagina prodotto.
  5. VENDI IN TUTTA EUROPA E NEL MONDO – Tutti i venditori Amazon FBA hanno la possibilità di vendere, oltre che in Italia, anche in Europa e nel resto del mondo.

CONTRO

  1. COSTI DI PACKAGING E SPEDIZIONE – Per usare la logistica di Amazon dovrai pagare un extra costo oltre alla commissione di vendita. Questa commissione varia molto in funzione al volume del prodotto che vuoi vendere ed è bene che fai una attenta analisi della marginalità residua tra il totale costi FBA e il prezzo di vendita dettato dal mercato o potrai perdere tanti soldi.
  2. COSTI NASCOSTI – Come vedremo in altri articoli, non basta inserire il prodotto su Amazon per vedere “schizzare” le vendite, per iniziare a vendere efficacemente su Amazon è necessario pianificare una ottimale e attenta strategia di “lancio prodotto” che, come vedremo, comporterà costi aggiuntivi da considerare nel nostro “business plan”.
  3. PERDIAMO IL CONTATTO CON IL NOSTRO PUBBLICO – “Di fatto” utilizzando la logistica di Amazon è come se voi vendeste ad Amazon ed Amazon vendesse ai suoi clienti. Per ogni vendita non riceverete infatti nessun feedback dal marketplace relativamente ai dati geografici e ai contatti dei vostri clienti. Sarà quindi impossibile pianificare delle campagne di follow up del cliente per generare vendite ricorsive o per farli migrare verso il vostro e-commerce.
  4. OCCHIO AI COMPETITOR – Immagina di trovare il prodotto perfetto, importarlo dalla Cina, lanciarlo su Amazon e iniziare a fatturare migliaia di euro al mese di vendite. Un giorno vi svegliate e scoprite che un vostro “competitor” (azienda o privato) ha importato dalla Cina lo stesso prodotto in quantità superiore e soprattutto ad un prezzo inferiore…cosa succederà? Le vostre vendite andranno giù di colpo! È importante quindi capire come difendersi da questa evenienza.

A mio personale parere Amazon FBA rappresenta una grande opportunità per quelli che vogliono iniziare ad approcciare il mondo delle vendite senza grandi capitali (budget minimo suggerito 500 euro).

Bisogna comunque stare estremamente attenti nella selezione dei prodotti, nel lancio e nella pianificazione del business plan al fine di evitare sgradevoli sorprese o peggio perdere quello che si era investito.

Ho scritto per te delle guide passo-passo che ti aiuteranno a vendere online grazie alla logistica di Amazon:

Se vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti sulle migliori tecniche di vendita online tramite Amazon FBA non esitare a iscroiverti alla nostra newsletter!

Impara le migliori tecniche per dominare il business della vendita online!

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti sulle migliori tecniche ti vendi ta e di acquisto!

Non preoccupart, nessuno spam ma come sempre solo i migliori contenuti! E puoi cancellarti quando vuoi!

Fine modulo

Sellerbay è un luogo di ricerca e confronto, se vuoi farmi una domanda o vuoi suggerirmi cosa migliorare in questa guida scrivimi a giuseppe@sellerbay.it


Giuseppe Martorana
Giuseppe Martorana

Sono un bucaniere delle vendite Amazon, blogger, sognatore e padre premuroso. Amo tutto quello che riguarda la crescita personale e le strategie di vendita e acquisto on-line e off-line. Ho iniziato a scrivere questo blog per aiutare tutti quelli che come me vogliono vendere online e raggiungere l’indipendenza finanziaria.

    7 replies to "AMAZON FBA | Guida per il LANCIARE IL TUO PRODOTTO e avere successo"

    • Avatar luca Scognamillo

      ben fatto grazie

    • Avatar Matteo

      Si… tutto bello fin quando non scopri che in Italia per aprire un’impresa hai bisogno di dare €3000 all’INPS.
      In più aggiungiamo dai €1000 ai €2000 di pratiche amministrative, camera di commercio e tutte le rogne messe insieme.
      Aggiungiamo i €200 di prodotti che compri.
      Aggiungiamo anche i soldi che servono per il marketing e per lo stoccaggio in Amazon…

      Adesso, che sia possibile fare qualche centinaio di euro al mese con Amazon FBA è vero. Ma quanto ne vale la pena?
      Alla fine investi tantissimo tempo per ottenere risultati ridicoli. Se si vuole avviare un’attività tramite Amazon FBA bisogna avere in tasca almeno €6000 (che per la maggioranza della popolazione sono tanti, tanti soldi).

      Poi si chiedono perchè tutte le giovani menti vadano in altri paesi, o perchè non si aprono più tante imprese in Italia e piuttosto ci si trasferisce altrove…

      • Giuseppe Martorana Giuseppe Martorana

        Ciao Matteo,

        è vero iniziare diversamente da quanto dicono molti non è semplicissimo ma ti assicuro che è fattibile, io ci sono riuscito e sono sicuro che può chiunque. La mia prima partita iva (apertura) mi è costata circa 600€ e si è vero sono tanti soldi. Ne avevo aperta una in irlanda a costo zero e tramite un form online. L’italia per questo è proprio indietro.

        Per quanto riguarda le marginalità ti assicuro che non è come dici. Dopo solo un anno di attività ho raggiunto un utile netto doppio rispetto al mio primo lavoro da manager (non pochi soldi). Il problema sta tutto nel metodo, come poi ogni cosa.

    • Avatar mauro

      Ciao Giuseppe, complimenti per questa guida, veramente utile e ben fatta, ma soprattutto non è una guida che serve solo ad indirizzarti da altre parti e pagare servizi. Sul tuo blog non ho trovato una guida sulle campagne ppc di amazon che troverei molto utili. grazie

      • Avatar Giuseppe Martorana

        Ciao Mauro,

        Grazie. Sto lavorando alla guida ppc. Purtroppo ho tanto lavoro e tanti nuovi progetti ma penso che entro una settimana sarà online

    • Avatar Fabio

      Ciao, Giuseppe. Complimenti per i contenuti. Volevo chiederti se esistono servizi di lancio come quello fornito da Viral Launch senza abbonamento, pagando solo il lancio del prodotto. Io mi abbonerò a breve a Helium 10 e a quanto ho capito non hanno questo tipo di servizio

      • Avatar Giuseppe Martorana

        CiaoFabio, tutti i software di lancio (che funzionano) hanno un canone in abbonamento. Negli anni ho provato diverse tecniche di lancio senza l’uso di software esterni. Ultimamente devo dirti che abbinare il servizio di recensioni vine a un lancio in solo OOC mi ha dato buoni frutti. Il lancio risulta così più lungo ma è più sostenibile economicamente soprattutto per chi è alle prime armi e ha poco budget

Lascia un commento

Il tuo indirizzo Email non sarà pubblicato